giovedì 5 novembre 2015

Da San Francisco a Atascadero, passando per Santa Cruz e Monterey

E' arrivato il momento di salutare San Francisco, per iniziare un percorso diverso, relativamente alla vacanza. Da oggi in poi si prende la macchina a noleggio, una Lodge da sette posti, che a noi fa molto comodo, anche se siamo in sei. Da questo momento iniziano i nostri 3305 chilometri in auto per vedere i più bei parchi degli States. Questa prima tappa è tutta di Mirco, io con il cambio automatico non sono molto sveglio. Da domani in avanti la Lodge sarà solo mia, un'attrazione unica.
Disbrigate le pratiche per il noleggio, inizia il nostro viaggio con il nuovo tomtom acquistato prima di partire. Tutte le mappe dell'America sono state scaricate. Il viaggio ci porta a vedere paesaggi diversi, i nostri occhi erano abituati ai palazzoni e alle strade della città. Ora vediamo le famose strade a quattro corsie, dove questi cambiano direzione, da una corsia all'altra, senza batter ciglio. La macchina è comoda e tutti i bagagli sono entrati facilmente.
Cominciano ad arrivare sulla costa, ma di costa si vede ben poco. La nebbia la fa da padrone. Il tempo sembra coperto, ma in realtà è solo l'umidità. Si vedono le case lungo il mare. E' quasi l'ora di pranzo, cerchiamo di capire innanzitutto come funzionano i parcometri. Grazie ad Alessandra che parla lo spagnolo, dato che chiede a una famiglia, riusciamo a parcheggiare. Non ci sono molti locali, c'è solo un grande lunapark e un posteggio ad ore che veniva uno sproposito. Alla fine optiamo per il Beach Street Cafè, che serve piatti preparati al momento, come hamburger, omelette e hotdog. Acqua in caraffa e insalate buone. Ho specificato l'acqua in caraffa, perchè in bottiglia costa anche 7/8 dollari.
Dopo aver mangiato, ripartiamo direzione Monterey. Ci arriviamo nel pomeriggio e una sosta si rende necessaria. La cittadina è tranquilla. Dopo il caos delle metropoli, qui la vita è totalmente diversa. Vediamo qualcosa che somiglia a un bar con macchina del caffè. E' il Caffè Trieste, li dal 1956, come reclamizza all'interno. Certo non  è proprio uguale, ma bevibile.


Non so perchè, ma a Monterey mi ha colpito questo. Boh!!
Ora la direzione finale è il nostro albergo, il Best Wester Plus Colony Inn, che si trova a San Luis Obispo, cioè a Atascadero.Il bello di questo albergo saranno i letti, molto più grandi di quelli standard americani.
Però sarà l'unico.
Arriveremo quando sarà già buio, il viaggio per questa prima giornata di auto è stato stancante.
Nel nostro itinerario iniziale c'era anche il Big Sur, per gli spagnoli il Grande Sud. ma il tempo che abbiamo impiegato per ritirare l'auto ha stravolto i nostri piani di viaggio.
Domani si riparte per ammirare le sequoie.