mercoledì 11 gennaio 2017

Paulaner Stuben - Via Argentiera 16 - 39100 Bolzano

 La nostra vacanza in Alto Adige, non può concludersi senza una visita a Bolzano, città bella e di classe. E poi ci arriviamo il 5 Gennaio, primo giorno dei saldi. Non so se la scelta è quella giusta, sicuramente lo è per Jacopo, dato che riesce ad acquistare uno stupendo capo di abbigliamento alla Colmar.
 La città è praticamente invasa, sia dai turisti,  che dai locali. Senza dimenticare il Mercatino di Natale, che terminerà il giorno successivo. trovare un posto per mangiare non è cosa semplice, anche per la nostra organizzazione capillare e puntuale, in quanto non pensavamo di trovare tanta gente. Anche per il parcheggio la situazione è stata alquanto complicata, ma alla fine, facendo un pò di fila, siamo riusciti a trovare posto.
E alla fine troviamo posto anche per mangiare. Un locale che dall'esterno e per il fatto di essere aperto quasi 24 ore consecutive, non attrae subito la mia attenzione e la mia fiducia culinaria.
E invece la sorpresa, positiva, è molto gradita.
Diciamo che solo dopo cinque minuti di attesa ci hanno fatto accomodare. Il cameriere non è che si presenta bene, un pò acido, forse una giornataccia, così la situazione viene presa in mano dal
responsabile della sala. Ed è tutta un'altra storia, alla fine anche la gentilezza e la presenza contano in una valutazione globale.
Dunque intanto ci porta due cestini di pane, uno normale e l'altro con pani del luogo. Logicamente la birra da prendere è la Paulaner, birra bavarese. Optiamo per la chiara classica. Alla spina.
La fame vien mangiando, ma anche vedendo i piatti che passano. Per questo motivo decidiamo di assaggiare due antipasti da dividere fra tutti, cioè sei. Un classico tagliere con assortimento di salami e formaggi e una merenda tirolese, composta da  speck, formaggi locali, mostarda di frutta, crocchetta di patate “Rösti”. Accidenti che bei sapori. E con la birra ancora più buoni.
Tranne Massimo che opta per una pizza contadina e Carla che avendo voglia di fritto, sceglie la cotoletta alla milanese con patatine fritte, il resto del gruppo sceglie piatti un pò più strutturati.
Si va dal formaggio di malga alla piastra con verdure e funghi di bosco, al roast beef all` Inglese con rucola, patate saltate e salsa tartar, per finire al piatto top, cioè quello che ho scelto io,  uova  all`occhio di bue con speck croccante e patate saltate.
Cavolo quanto era buono, con la giusta consistenza di tutte le spezie, ma soprattutto la consistenze delle uova. Veramente un piatto da applauso.
Un discreto caffè ha chiuso il pranzo. E un ottimo conto ha messo la parola fine a questa splendida mangiata. Infatti poco meno di 20 euro a testa.
Insomma un bel pranzo nel pieno centro di Bolzano, una città a dimensione umana.